Fantascienza italiana al Salone del libro

Fanucci editore sembra intenzionato ad investire sui talenti italiani del fantastico e al Salone del libro si è parlato delle fatiche d’esordio di due voci fantascientifiche, Federico Carmosino con il suo Neon blu, una storia alla Philip Dick e alla William Gibson, e Andrea Scavongelli con Il pianeta di ghiaccio,  space opera classica nel mondo di oggi.
Sono senz’altro due autori da tenere d’occhio, ho sul mio tavolino Il pianeta di ghiaccio, perché come ex bambina che si appassionava a Capitan Harlock Spazio: 1999 devo appunto leggerlo e spero che i loro libri siano i primi di molti. Tra l’altro, in parallelo l’editore sta facendo uscire romanzi fantasy scritti da autrici italiane che non sono le solite tavanate con vampiri luccicanti e altre amenità.